martedì 11 dicembre 2018

DISIMBALLIAMOCI...è arrivato il regolamento!!!

DISIMBALLIAMOCI
Progetto di riduzione degli imballaggi rivolto ai pubblici esercizi di Faenza
Iniziativa promossa dal Comune di Faenza in collaborazione con le associazioni promotrici (Circolo Legambiente Lamone, l’Associazione Gruppo Acquisto Solidale di Faenza, Rete rifiuti di Faenza Emilia-Romagna).
Obiettivi generali
  • Ridurre la produzione di rifiuti urbani
  • Ridurre lo spreco alimentare sia nella fase di produzione che in quella di commercializzazione del prodotto
  • Riusare i beni a fine vita
  • Favorire la raccolta differenziata con riciclaggio dei rifiuti raccolti
Obiettivo iniziale
  • Ridurre gli imballaggi presso le attività commerciali e produttive
Interessati
  • Bar, Gelaterie, Negozi alimentari, Pubblici esercizi della città
Come aderire
L’esercente deve presentare domanda utilizzando il modulo scaricabile dalla pagina web dedicata:
http://www.comune.faenza.ra.it/Amministrazione/Bandi-ed-avvisi-diversi/Presentazione-domande-per-l-adesione-all-iniziativa-Disimballiamoci!-Verso-rifiuti-zero
Il modulo per la domanda di adesione è allegato al termine dell’articolo.
L’adesione all’iniziativa, da presentarsi  entro il 15 dicembre o 31 maggio, è annuale e tacitamente rinnovata ogni anno.
La domanda di adesione deve essere fatta pervenire con una delle seguenti modalità:
  • per posta raccomandata, posta celereal seguente indirizzo: Unione della Romagna Faentina – ServizioArchivio – Piazza del Popolo n. 31 – 48018 FAENZA (RA);
  • mediante consegna a mano o corriere presso la sede dell’Unione della Romagna Faentina – Servizio Archivio – Piazza del Popolo n. 31 – 48018 FAENZA (RA), all’Ufficio Archivio-Protocollo, 1° piano, e presso il Comando Polizia Municipale, Via Baliatico n. 3, Faenza, al di fuori degli orari d’ufficio;
  • tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), al seguente indirizzo: pec@cert.romagnafaentina.it
Incentivi all’adesione
L’adesione al progetto, attestata dall’esposizione della vetrofania “DISIMBALLIAMOCI VERSO I RIFIUTI ZERO”, comporta un premio proporzionato all’intensità delle azioni virtuose messe in atto dall’esercente secondo il seguente schema:
   azioni base, vetrofania con 1 bollino verde, sconto del 5% sulla componente variabile TARI;
   azioni base e ulteriori, vetrofania con 2 bollini verdi e uno sconto del 10% sulla componente variabile TARI;
  azioni base, ulteriori ed extra, vetrofania con 3 bollini verdi e uno sconto del 15% sulla componente variabile TARI.
Azioni virtuose per bar, gelaterie e pubblici esercizi
Base
Utilizzo di buste biodegradabili o di stoffa riusabile da consegnare ai clienti al momento dell’acquisto, evitando quelle in nylon
Servire acqua solo da bottiglie di vetro, o da erogatori, o acqua del rubinetto
Posizionare nel locali dell’esercizio contenitori per effettuare la raccolta differenziata
Ulteriori
Caffè: utilizzo di cialde biodegradabili o macinare i grani. Non utilizzare cialde monodose
Zucchero: adottare la dosatrice al posto delle bustine monodose
Alimenti da asporto: utilizzo di coppetti o di contenitori compostabili
Extra
Adottare il vuoto a rendere per contenitori di acqua minerale e birra
Azioni virtuose per negozi alimentari
Base
Utilizzo di buste biodegradabili o di stoffa riusabile da consegnare ai clienti al momento dell’acquisto, evitando quelle in nylon
Invito rivolto ai clienti a portarsi da casa le buste riusabili
Fornire contenitori biodegradabili da asporto
Ulteriori
Vendita di prodotti sfusi o alla spina
Extra
Vuoto a rendere dei contenitori

moduli scaricabili qui http://www.comune.faenza.ra.it/Amministrazione/Bandi-ed-avvisi-diversi/Presentazione-domande-per-l-adesione-all-iniziativa-Disimballiamoci!-Verso-rifiuti-zero

martedì 7 agosto 2018

Giovedì ecologisti e...antirazzisti!!



E mentre in Italia il clima si arroventa di deliri razzisti contro i rom, pronunciati da capotreni,ministri, sociologi...a Faenza iniziano i "giovedì ecologisti e anti-razzisti": sotto la bandiera della pace, italiani, rom, albanesi e cittadini del mondo, tutti insieme ci rimbocchiamo le maniche e iniziamo a pulire i parchi, un gesto simbolico e concreto, di rispetto per la natura e per la comunità. In barba ai razzisti, ai perbenisti e agli ipocriti... che vengano a pulire con noi 😉

Ecco il calendario (volta per volta sarà riconfermato, quindi tenete d'occhio il blog!!)


I Giovedì ecologisti e antirazzisti
famiglie italiane, rom e immigrate ripuliscono i parchi di Faenza
(portate solo mani, buona volontà e buon umore! Guanti, cappelli, pinze sono forniti da Legambiente)
(Benvenuti tutti, di ogni età, di ogni paese!)

giovedì 9 agosto parco Bertozzi,
giovedì 16 agosto parco Tassinari,
giovedì 23 agosto parco Calamelli,
giovedì 30 agosto (da definire),
giovedì 6 settembre parco Mita.
Sempre dalle 18.30 alle 19.30...

giovedì 19 luglio 2018

Montefiore di Recanati, terra vs cemento...uno a zero!

Il rapporto Ispra 2018 ci parla di un'Italia sempre più cementificata, nuove case, nuove strade, al ritmo di 2 metri quadrati al secondo: eppure a Montefiore, mio babbo è riuscito a riportare terra coltivata laddove c'era cemento, con un atto di sana follia e resistenza civica!  Ecco le foto e la sua testimonianza...

martedì 3 luglio 2018

Pannoli lavabili anche in vacanza?

Quest'anno siamo stati con i nostri 4 bimbi in Alto Adige, Renon, come al solito in treno e senz'auto. Nel preparare la valigia, che doveva essere il più possibile leggera, mi sono posta la fatidica domanda: metto o non metto i pannoli lavabili? All'inizio pensavo di no, troppo brigoso in un residence senza lavatrice. Ma poi ci ho provato,anche perché ormai mettere un pannolo usa e getta e buttarlo mi innervosisce e mi affatica (molto spesso è l'abitudine a rendere un'azione leggera o faticosa!!!).

mercoledì 20 giugno 2018

Proposta di legge regionale sulla gestione pubblica dell'acqua e dei rifiuti urbani

PRINCIPI PER LA TUTELA, IL GOVERNO E LA GESTIONE PUBBLICA DELLE ACQUE E DEI RIFIUTI E  NORME DI ORGANIZZAZIONE DELLE FUNZIONI RELATIVE ALLA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI ACQUA E RIFIUTI

Rete Rifiuti Zero Emilia Romagna

Art. 1 (Finalità)

1.La presente legge in conformità ai principi costituzionali e comunitari ed in ossequio alla volontà popolare espressa nel referendum del 2011, detta:

    le disposizioni con cui deve essere governato il patrimonio idrico della Regione, ferma restando la proprietà pubblica delle reti idriche, promuovendo l'uso responsabile e sostenibile della risorsa idrica, in quanto bene pubblico primario e fattore fondamentale di civiltà e di sviluppo, secondo principi di solidarietà e in funzione di obiettivi di salvaguardia dei diritti della comunità regionale e promuovendo la salvaguardia dell'approvvigionamento idrico dei soggetti socialmente ed economicamente svantaggiati o residenti in zone territorialmente svantaggiate.

Sfida alla plastica, la Commissione Europea propone nuove direttive

Finalmente il 28 maggio la Commissione Europa emana una nuova direttiva per far fronte al costante aumento dei rifiuti di plastica negli oceani e nei mari.
Risultati immagini per plastica nelle spiaggeLa Commissione europea propone nuove norme di portata unionale per i 10 prodotti di plastica monouso che più inquinano le spiagge e i mari d'Europa e per gli attrezzi da pesca perduti e abbandonati.
Le nuove regole introdurranno:
  • il divieto di commercializzare determinati prodotti di plastica - dove esistono alternative facilmente disponibili ed economicamente accessibili, i prodotti di plastica monouso saranno esclusi dal mercato. Il divieto si applicherà a bastoncini cotonati, posate, piatti, cannucce, mescolatori per bevande e aste per palloncini, tutti prodotti che dovranno essere fabbricati esclusivamente con materiali sostenibili. I contenitori per bevande in plastica monouso saranno ammessi solo se i tappi e i coperchi restano attaccati al contenitore;

martedì 10 aprile 2018

Giochi dei rifiuti zero e CO2 zero! La sfida tra le classi!

Risultati immagini per festival comunita educante
Ieri nell'ambito del Festival Comunità Educante, ho incontrato 4 classi medie, (circa 80 ragazzi) a Castelbolognese, parlando ai ragazzi di come ridurre rifiuti (tra cui anche smog e CO2)...tantissime le domande, le curiosità, i dubbi, le idee...e la voglia di migliorare! Ho lasciato ai ragazzi questo gioco tra classi: una sfida che dura 4 settimane tra le 4 classi...vince la classe che fa meno rifiuti e che va meno in auto! I ragazzi erano gasatissimi...spero che questo gioco sia un incentivo a cambiare anche le abitudini dei genitori!!